...un po' di storia

  Home Page

La ONLUS nasce dal desiderio di aiutare la popolazione di El Salvador provata dalla recente guerra civile che ha devastato il paese dal 1979 al 1992.
Il conflitto di quegli anni è stato caratterizzato da eliminazioni mirate, rapimenti e torture. L’escalation delle violenze venne dall’uccisione dell’arcivescovo ROMERO, un ecclesiastico che si era impegnato direttamente in azioni di sostegno alle classi più disagiate, denunciando le violazioni dei diritti umani e appellandosi accoratamente alla giustizia sociale.
L’uccisione di ROMERO, l’eliminazione di preti socialmente impegnati, il massacro di centinaia di catechisti nei villaggi, hanno dato un segno evidente e forte del coinvolgimento della chiesa salvadoregna nel processo di riforma sociale.
Gli scontri armati fecero precipitare il paese in una situazione drammatica sia sul fronte dei diritti umani che sul fronte economico. Nel 1990, nonostante i picchi di violenza, i massacri e i desaparesidos (circa 5000) iniziarono finalmente dei negoziati per l’ottenimento della pace. Nello stesso anno il Centro America torna alla ribalta internazionale con l’assegnazione del Premio Nobel per la pace alla maya RIGOBERTA MENCHU TUM.
Nel 1998 un grave colpo alle speranze di ripresa economica è venuto dall’uragano MITCH che investendo in Centro America ha provocato devastazioni e inondazioni rovinando completamente i raccolti.
Nel 2001 El Salvador ha dovuto affrontare gli effetti devastanti di una nuova calamità naturale, un terremoto che costò la vita a circa 1.800 persone.
Tornando al ruolo dei cattolici, possiamo affermare con assoluta certezza che i sacerdoti hanno avuto, ed hanno tuttora, un ruolo fondamentale per questa popolazione… sono in mezzo a loro, hanno un ruolo sociale ed educativo, le parrocchie sono un punto di riferimento per gli abitanti dei paesi e dei villaggi. Gli oneri e le spese sanitarie in questo paese, che a fatica tenta di risollevarsi dagli effetti devastanti del conflitto e delle calamità naturali, sono molto elevati e l’assistenza medica è a volte inesistente.
Per questo motivo, in alcuni paesi, nascono le “CLINICHE PARROQUIALI”, completamente gestite dalle parrocchie con dei medici volontari. Soprattutto i bambini subiscono le conseguenze di una assistenza sanitaria praticamente latitante. Ed è proprio a loro che rivolgiamo il nostro aiuto. Loro che hanno lo stesso diritto alla tutela medica di qualunque altro bambino al mondo. Il nostro contatto per la distribuzione di questi aiuti è Padre Andrés. Lui è il parroco nella città di San Rafael Obrejuelo e nella sua parrocchia esiste una “Clinica Parroquial”, nella quale operano dei medici volontari. Come ONLUS, per il 2007 abbiamo un obiettivo davvero ambizioso ed è quello di consentire a Padre Andrés di acquistare una autoambulanza, strumento essenziale e assolutamente necessario per poter garantire assistenza sanitaria a tutti gli abitanti dei vari villaggi.
Un altro obiettivo è quello di riuscire a tutelare a livello medico più bambini possibili, consentendo loro di essere curati in maniera adeguata.
Ma per questo abbiamo bisogno del vostro aiuto.

   

Padre Andrés e tutti i bambini che vorrete aiutare...

VI RINGRAZIANO!!!!

don andrea